You are here

Il matrimonio per tutti: la commissione legale non ha possibilità

Giovedì, 14. febbraio 2019

# La Svizzera sta ancora aspettando, ma forse non così a lungo: la Commissione Legale del Consiglio Nazionale sta facendo del matrimonio un passo avanti per tutti con la sua decisione oggi. Ma sarebbe più con un po 'di coraggio.

La commissione degli affari giuridici fa un passo avanti verso il matrimonio per tutte e tutti. È una buona notizia. Era ora. È una decisione al passo con i tempi, a favore dell'uguaglianza.

Ma di tutto questo - futuro, amore e realtà - sarebbe anche piu ': operazioni Libero anche se accoglie con favore il fatto che il matrimonio per tutti ha compiuto un passo ulteriore, tuttavia deluso che la Commissione di legge vuole aprirlo non completamente riflessa: la Commissione ha deciso di non seguire la richiesta del Commissario e consigliere nazionale Christa Markwalder (FDP, BE) e di parlare solo per un matrimonio di apertura senza accesso all'inseminazione artificiale. 

"Ci sarebbe piaciuto di più e siamo rimasti delusi", afferma Ruedi Schneider, co-direttore della campagna per il matrimonio per tutti. "Soprattutto perché l'accesso all'inseminazione artificiale richiede solo un cambiamento di legge." Un parere legale, che è stato commissionato in vista della riunione della commissione, sostiene questa tesi.

"Siamo lieti che l'apertura del matrimonio abbia praticamente raggiunto la maggioranza nella Commissione", afferma Ruedi Schneider. "Ma in linea di principio è chiaro quello che vogliamo: l'apertura del matrimonio per coppie dello stesso sesso con tutti i relativi diritti ed obblighi - e questo include anche l'accesso alla fecondazione artificiale."

Ora segue il passo della consultazione, prima che la nazionale e infine il Consiglio degli Stati si esprimeranno.

L'operazione Libero sostiene la richiesta di minoranza di Christa Markwalder (FDP, BE), che chiede l'accesso all'inseminazione artificiale a livello legislativo. "Siamo sull'inseminazione artificiale inserto nostro parere nell'ambito della procedura di consultazione per accesso e noi con tutta la nostra forza per il matrimonio per tutti con tutti i diritti e doveri perseguire", Ruedi dice Schneider.

Nel periodo che precede il voto operazione tracciò libero con l'azione #DieSchweizWartet la preoccupazione: centro nella località Svizzera di sci di Schwarzsee erano sposi in pompa magna completo matrimonio durante il fine settimana – e abbiamo aspettato. Il video e le immagini sono state diffuse tramite i social media. "Le reazioni sulle piste hanno mostrato chiaramente che la Svizzera è pronta per il matrimonio per tutte e tutti", osserva Ruedi Schneider.

Fin dalla sua fondazione nel 2014, Operazione Libero sostiene l'iniziativa parlamentare per il matrimonio civile per tutti. In una petizione in corso, sono state raccolte oltre 35'000 firme. Per Operazione Libero, il matrimonio per tutte e tutti non è una rivendicazione limitata agli ambienti LGBT+. È un diritto evidente in una società liberale.

Perché l'amore è amore. È tempo che la realtà prevalga anche nella politica svizzera. 

Generic Sharing 2

Medienanfragen

Download